Oggi parliamo del tumori alle vie biliari, una malattia che a causa della difficile diagnosi prende il nome di killer silenzioso.

Solo nel nostro paese ogni anno ci sono 5mila nuovi pazienti in più. Per la maggior parte parliamo di persone sopra i 70 anni che, purtroppo, si accorgono della malattia quando ormai è in fase molto avanzata. Vediamo dunque insieme quali sono i sintomi dei tumori alle vie biliari e i passi avanti della medicina.

Tumori alle vie biliari: i sintomi ai quali prestare attenzioni e tutte le nuove cuore

Come detto, se parliamo di tumori alle vie biliari parliamo di una malattia di difficile diagnosi. Si tratta di una malattia che non ha sintomi precisi o specifici e che di solito viene diagnosticata per puro caso.

Ad esempio quando si effettuano esami per altri problemi. In ogni caso è bene prestare attenzione a tre segnali in particolare.

Innanzitutto, la perdita di peso. Questo tipo di tumore si manifesta infatti con un dimagrimento eccessivo e soprattutto inspiegabile.

La seconda manifestazione è il dolore localizzato sul fianco destro. E, ovviamente, visto che parliamo delle vie biliari attenzione anche all’ittero, ovvero alla colorazione giallastra della pelle. Soprattutto in questo caso è bene chiedere consulto al vostro medico di fiducia.

Come detto, comunque, anche se si tratta di una malattia così difficilmente diagnosticabile, la medicina e la scienza stanno facendo passi avanti.

Di recente si è infatti svolto il Congresso della Società di Oncologia Medica e i più grandi esperti in questo settore hanno parlato di alcuni studi al riguardo.

In particolare, sono stati presentati due nuovi medicinali che potrebbero rilevarsi utili per il trattamento di questa malattia.

Per il momento si tratta di medicinali che si trovano ancora in fase di sperimentazione, anche se i primi test sembrano positivi. Ma a proposito di salute e medicina. Sapete che un 15enne ha ideato un test per la diagnosi precoce del cancro al pancreas?