Salute

15enne ha ideato un test per la diagnosi precoce del cancro al pancreas

Un ragazzo ha ideato un test per il cancro al pancreas

Jack Andraka un 15enne di Crownsville dopo la perdita di un suo caro amico per un cancro al pancreas decide ed ha ideato un metodo per diagnosticare questa neoplasia

Il ragazzo ha innanzitutto iniziato la sua ricerca per identificare un biomarcatore. Il suo intento era di trovare un metodo che permettesse di rilevare il cancro  quando non fosse giunto in una fase avanzata

15enne ha ideato un test per la diagnosi precoce del cancro al pancreas

Un 15enne riesce a realizzare uno STRUMENTO  per rilevare in modo precoce il cancro al pancreas

Questo ragazzo 15enne, dopo la morte prematura di un suo amico, riesce a realizzare uno strumento in grado di rilevare un test per la diagnosi precoce del tumore al pancreas 

Il ragazzo ha iniziato a fare alcune ricerche e si è subito reso conto che se questo tumore si potesse diagnosticare in fase non avanzata permetterebbe ai malati di sottoporsi tempestivamente alla cura e di ridurre notevolmente il rischio di morte

Il 15enne riesce a isolare una molecola come biomarcatore del cancro del pancreas che si può individuare nella fase iniziale della malattia. Questa molecola si chiama mesotelina.

Il ragazzo ha poi eseguito altre ricerche che in teoria potevano risultare positive ma non  era in grado di poter fare senza l’aiuto di uno spazio di laboratorio adeguato. Jack Andraka inizia quindi a inviare la sua tesi a 200 ricercatori

Il direttore di laboratorio della John Hopkins School of Medicine gli dà l’ok e il 15enne riesce a realizzare questo progetto che, a parte pareri discordanti, si tratta di un idea da non scartare

Diversi scienziati fanno presenti alcune discordanze sui vari test fatti dal ragazzo e dai risultati ottenuti, ma bisogna tener conto che si tratta di un ragazzo di 15anne che malgrado la sua età ha provato in qualcosa molto più grande di lui. Purtroppo sembra che sia ancora presto per arrivare a risultati migliori

Tags
Loading...

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close