Esistenze una sorta di relazione tra asma e Coronavirus, in quanto le persone asmatiche, come i soggetti con malattie respiratorie, in generale sono esposti ad un più alto rischio di complicazioni in caso di contagio. Infatti il Covid-19 attacca le vie respiratorie: il naso, la gola ed i polmoni. Come complicanze poi può causare: attacco d’asma, polmonite, malattia respiratoria acuta.

Inoltre asma e Coronavirus presentano un simile quadro di sintomi. Per questo è bene conoscere alcune raccomandazioni che riguardano il rapporto tra asma e Coronavirus. Sulla base delle indicazioni date dagli specialisti in malattie respiratorie è opportuno adottare delle sane norme di condotta. Per non rischiare così il contagio che potrebbe essere deleterio per questi malati.

In sostanza, i pazienti colpiti da tale malattia respiratoria polmonare possono andare incontro ad un decorso grave dell’infezione. La stessa Organizzazione mondiale della Sanità segnala gli asmatici come i soggetti con malattie pre esistenti che potrebbero sviluppare delle severe complicanze, in caso di contagio da Covid-19.

Quindi le persone affette da asma in questo periodo di emergenza dovrebbero rispettare con rigore il monito di non uscire. Limitando il più possibile il contatto con le altre persone. Inoltre un attacco di asma ha gli stessi sintomi dell’infezione quali: affanno, senso di oppressione al torace, tosse, respiro sibilante. In caso di Covid-19 si aggiunge la febbre.

Asma e Coronavirus: meglio agire con cautela

Già in passato durante le epidemie di Sars e di Mers, i malati asmatici hanno subito un peggioramento del quadro dei sintomi. Quindi si teme per tale categoria di malati anche in caso di Covid-19. Anche se si deve segnalare un dato che non dimostra la loro predisposizione ad ammalarsi.

Infatti una ricerca fatta in Cina, nel corso della pandemia, ha esaminato 140 pazienti ricoverati in ospedale con diagnosi di contagio da Covid-19. In questa circostanza è emerso che l’asma non era un fattore di rischio per la malattia.

In ogni modo, i pazienti asmatici devono tutelarsi con più cautele in questo momento critico. Quindi chi ha una malattia respiratoria deve evitare qualsiasi tipo di contatto con gli altri. Inoltre è bene avere a disposizione in casa delle scorte dei farmaci usati come trattamento, tra cui gli inalatori.

È bene poi rispettare la regolare posologia delle terapie farmacologiche. Costretti a stare a casa si deve evitare il contatto con gli allergeni che possono scatenare la reazione allergica. Dunque è bene pulire spesso casa e disinfettare gli ambienti e le superfici condivise. Ma si consiglia di non usare i prodotti disinfettanti. I quali potrebbero causare un attacco di asma.

Blu mettilene nuova arma per combattere il Covid