benessere

Regressione della sindrome metabolica: i consigli del Dr. Franco Berrino

Parliamo della regressione della sindrome metabolica e dei consigli del Dottor Franco Berrino per vivere sani ed in salute

Parliamo della regressione della sindrome metabolica, utilizzando le parole rilasciate dal Dottor Franco Berrino. Si tratta del Direttore del Dipartimento di Medicina Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Ovviamente, anche in questo caso, si parla della relazione tra alimentazione e salute. Un argomento da sempre molto discusso e studiato dai massimi esponenti del mondo. Vediamo insieme di che cosa stiamo parlando.

I consigli del Dottor Berrino sulla regressione della sindrome metabolica

Quando parliamo della sindrome metabolica parliamo di un problema che riguarda l’insieme di più disturbi. Si tratta di un disturbo che, se non curato, può dare origine a problemi cardiovascolari o legati al diabete.

La regressione della sindrome metabolica, dunque, riduce tantissimo i rischi legati a queste determinate patologie. Ma quando si soffre di questa sindrome?

Stando alle parole del Dotto Franco Berrino si ha a che fare con questo problema quando ci troviamo di fronte a diversi problemi. La pancia, innanzitutto, ma anche la pressione troppo alta, la glicemia a livelli eccessivi e anche i trigliceridi alti.

Come detto, questa patologia aumenta il rischio di infarto e di diabete. Riuscire a prevenirla, dunque, può assicurare il nostro benessere fisico.

Ma cosa dobbiamo fare? Ovviamente, tutto ha a che fare con una cattiva alimentazione. Il Dottor Berrino consiglia di evitare sia i grassi cattivi che i cosiddetti grassi saturi, molto presenti nel formaggio o nelle carni rosse.

Ovviamente, si tratta di non eccederne nel consumo. Attenzione anche alle proteine, delle quali non dobbiamo mai abusare.

Anche i cosiddetti cibi spazzatura, ovviamente, non sono certo consigliati. Così come le bevande alcoliche e quelle ricche di zuccheri in generale.

La dieta mediterranea è ben accetta. Sì ai cereali, alla verdura, alla frutta e a tutto ciò che di sano c’è sulle nostre tavole. L’importante, come sempre, è non esagerare né da una parte né dall’altra. Ricordiamoci che la prevenzione a tavola è una delle forme di prevenzione più importanti.

Tags
Loading...

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close