Cronaca

Parma, il ragno violino colpisce ancora: ragazza in ospedale

Ancora un caso di morso di ragno violino, questa volta Collecchio, in provincia di Parma. Una ragazza è finita in ospedale. Ecco che cosa è successo

Ancora un caso di morso di Ragno Violino, uno degli insetti più pericolosi del nostro paese. Questa volta siamo a Colecchio, un comune di quasi 15 mila anime in provincia di Parma.

Dopo i tre casi dello scorso mese a Enna, questa volta è la cronaca di Parma a riaccendere i riflettori su questo insetto così pericoloso. Vediamo che cosa è successo.

Ancora un caso di puntura di ragno violino: ecco cosa è successo

La vittima è una ragazza di 28 anni residente proprio a Colecchio. Sembra che il ragno la abbia morsa mentre stava prendendo il sole, silenzioso quanto terribile.

La ragazza, infatti, non si sarebbe neanche accorta di essere stata morsa. Dopo poche ore, però, è arrivata la febbre alta, proprio mentre il braccio cominciava a gonfiare e ad arrossarsi.

Da lì, i primi sospetti. Quando poi la febbre ha raggiunta temperature davvero alte, la ragazza è stata costretta a recarsi in ospedale, dove i dubbi sono diventati realtà. La ragazza era stata infatti morsa dal temibile ragno violino.

Fortunatamente, l’intervento dei medici è stato tempestivo. Al Pronto Soccorso, infatti, i dottori hanno rimosso il veleno dell’aracnide e hanno richiuso la ferita con due punti di sutura.

Come detto, non si tratta del primo caso nel nostro Paese. Il ragno violino vive, infatti, in tutta Italia ed è uno dei più pericolosi. Piccolo, silenzioso e in molti casi anche letale. La sua pericolosità, infatti, sta proprio nel fatto che molto spesso le vittime non si accorgono del suo morso. Se preso in tempo può essere facilmente curabile ma, se trascurato, può portare anche alla morte.

Come riconoscere un ragno violino? Come il nome suggerisce, si tratta di un aracnide che presenta una caratteristica macchia sul corpo, proprio a forma di violino. E’ un insetto piccolo, dall’aspetto innocuo, che raggiunge la grandezza massima di 5 centimetri.

Come detto, il suo morso è indolore. I primi sintomi iniziano a verificarsi dopo alcune ore, con un forte arrossamento della zona interessata e la comparsa di febbre. I sintomi più gravi, generalmente, arrivano dopo 48 ore.

Tags
Loading...

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close