Cronaca

MUORE A 39 ANNI PER UNA LIPOSUZIONE.

INDAGATO IL TITOLARE DELLO STUDIO DI MEDICINA ESTETICA E CHIRURGIA PLASTICA.

 

Si chiamava Maria Teresa Avallone la ragazza di 39 anni di Seregno, che muore in seguito a una liposuzione.

Chirurgia
Chirurgia

Lei era già bellissima, ma voleva esserlo ancora di più e questo suo desiderio le è costato la vita.

Il problema, si è manifestato praticamente da subito non appena il chirurgo le ha iniettato l’anestesia locale.

La donna ha avuto immediatamente un arresto cardiaco. Ed è subito panico per quella reazione inaspettata che purtroppo si è rivelata fatale.

Dopo le tempestive procedure mediche è stata trasferita urgentemente all’ospedale di Monza.

I genitori che nel frattempo sono stati avvisati raggiungono la struttura dove Maria Teresa era stata trasferita.

Da lì a poco è stata dichiarata la sua morte celebrale.

I genitori seppur sconvolti dall’accaduto decidono di donare i suoi organi.

Con un ammirevole forza in quei tragici momenti in cui erano ormai consapevoli di averla persa per sempre.

Indagato il titolare dello studio in cui Maria Teresa si era rivolta per un intervento che, normalmente, viene definito “semplice”.

Purtroppo si era capito da subito che sarebbe finita , perchè il coma era stato praticamente immediato. Infatti, dopo 3 giorni Maria Teresa è deceduta .

Ormai di lei rimangono soltanto dei ricordi, del suo bellissimo sorriso, e della sua gioia di vivere.

Ammirevole la compostezza dei suoi genitori nell’affrontare questa tragica perdita.

Adesso chiaramente sarà avviata un inchiesta per accertare cause e responsabilità.

Se accerteranno responsabilità da parte del chirurgo, sarà condannato per omicidio colposo.

Assurdo pensare che ad oggi la medicina non sia in grado di monitorare semplici interventi come questo di Maria Teresa.

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close