Sono tante le proprietà salutari dei pistacchi, da attribuire alla ricca concentrazione di principi nutritivi. Il pistacchio, Pistacia Vera, della famiglia delle Anacardiaceae, è un albero originario del Medio Oriente. Può superare i dieci metri di altezza. Si tratta di una pianta secolare, può raggiungere i tre secoli d’età. Oggi la sua coltivazione è diffusa in vari Paesi mediorientali. In Cina, in California, nei paesi dell’Europa meridionale (Italia, Spagna e Grecia), in Australia. Anche se attualmente i principali produttori mondiali sono: Iran, Turchia, Stati Uniti e Siria.

L’Italia però può vantare il suo pistacchio Dop: presidio Slow Food, ribattezzato “oro verde di Bronte”. In particolare, il pistacchio di Bronte possiede delle caratteristiche specifiche che lo rendono riconoscibile. Quali: le dimensioni, il colore verde smeraldo, il gusto.

Anche se assicurano tante proprietà salutari, i pistacchi vanno consumati con moderazione in quanto calorici. Basti pensare che circa 100 grammi di pistacchi equivalgono a più di 600 kcal. Le proprietà salutari dei pistacchi si devono attribuire alla presenta di vari gruppi di vitamine quali: A, B1, B2, B3, B6, C, E. Si aggiunge poi una buona concentrazione di minerali come: potassio, fosforo, magnesio, calcio, ferro e rame.

Proprio questa sua ricchezza di vitamine e di minerali lo rendono un superfood. Come tutti i semi è sano e nutriente, anche se il pistacchio possiede un valore nutritivo completo. Inoltre, tra i semi oleosi è quello che contiene più fibre e grassi.

Le proprietà salutari dei pistacchi

Anche se i pistacchi sono composti per la maggior parte da grassi, si tratta di grassi monoinsaturi dagli effetti benefici. Infatti aiutano a regolare la quantità di colesterolo nel sangue. Come conseguenza sono un prezioso alleato naturale per la salute del sistema cardiovascolare. Diversi studi invitano a consumare in modo moderato questi semi oleosi ogni giorno. Per ridurre i livelli di colesterolo totale e di colesterolo cattivo, responsabile dei danni al sistema cardiovascolare. Si precisa che la presenza di fitosteroli, arginina, resveratrolo e luteina è utile anche per prendersi cura dei muscoli del cuore e prevenire l’aterosclerosi.

Questo superfood ha anche la capacità di prevenire il diabete di tipo 2. Grazie al contenuto di betacaroteni, procianidine e fibre. Un consumo abituale riduce i livelli di zucchero nel sangue e migliora la resistenza all’insulina. Grazie alla ricca concentrazione di magnesio nutre e bilancia il sistema nervoso. Così è possibile prevenire: l’ansia, il nervoso, la depressione, lo stress, l’insonnia. La concentrazione di isoflavoni, luteina e polifenoli, assicura proprietà ricostituenti ed antiossidanti. L’alto contenuto di antiossidanti come la vitamina C ed E, selenio e resveratrolo protegge dal danno causato dai radicali liberi.

Altre preziose virtù per la salute

Gli antiossidanti contenuti nel pistacchio (vitamina E e resveratrolo) sono considerati utili come anticancerogeni. Quindi i pistacchi aiuterebbero a prevenire alcuni tipi di cancro, come quello al polmone. Inoltre prevengono le malattie neurodegenerative, come il morbo di Parkinson o l’Alzheimer grazie al contenuto in resveratrolo. Un’altra virtù del pistacchio è quella di contrastare l’anemia perché ricco di ferro. Si consiglia anche di consumare la vitamina C per migliorare l’assimilazione del minerale. Grazie al contenuto di potassio, si stimola il drenaggio dei liquidi aiutando a perdere peso. Ed a ridurre il gonfiore dell’addome e delle gambe e gli edemi.

Questi semi oleosi sono ricchi di fibre, per questo favoriscono e regolano il transito intestinale. Agendo come un blando lassativo. La concentrazione di luteina, riboflavina e zeaxantina rende i pistacchi un rimedio per prevenire e migliorare i disturbi della vista. Tra le tante proprietà dei pistacchi ci sono poi quelle afrodisiache. Migliorano la vita sessuale grazie alla presenza di grassi sani, antiossidanti e steroli. Come tutta la frutta a guscio è alto il rischio di allergie, quindi non può essere consumato per evitare reazioni. In più è sconsigliato a chi ha problemi di diabete ed ipertensione.

Per approfondimenti leggi anche Rinforzare le difese immunitarie con i cibi giusti.