Ti lamenti? Fai attenzione: secondo nuovi studi scientifici la lamentela fa male al cervello, intossica la tua vita e quella degli altri.

Quante volte nella vita capita di parlare dei propri problemi? Per molti si tratta di un modo per mettersi in discussione, ma davvero sappiamo accettare le risposte altrui?

Molto spesso, la lamentela è  improduttiva e finisce per diventare uno sfogo in cui l’altro scompare ed esistiamo solo noi.

La lamentela fa male al cervello: lo studio di Steven Parton

Steven Parton nell’articolo “The Science of Happiness: Why complaining is literally killing you”, indica le ragioni per cui la lamentela intossica il cervello:

1) La lamentela intossica il cervello: “Le sinapsi che si attivano insieme, si collegano insieme.”

I nostri neuroni sono collegati tra loro da sinapsi ed ogni volta che esprimiamo un pensiero, una di esse forma un ponte con l’altra.

Se il pensiero viene ripetuto, le sinapsi si avvicinano tra loro, rimodellando il nostro cervello, che si adatta ai nostri pensieri, negativi o positivi.

Il risultato è che pensieri negativi ripetuti daranno vita ad altri pensieri negativi, che tenderanno così a prevalere su quelli positivi.

2) L’accettazione modifica in maniera positiva il cervello

Gli insegnamenti del buddismo,  gratitudine, l’accettazione senza attaccamento, l’amore, sono in grado di spostare le sinapsi e disinnescare la negatività

Tutti siamo in grado di scegliere di trasformare o meno le crisi in opportunità : più ci alleniamo a farlo, tanto più saremo in grado di ripeterlo.

3) Le lamentele possono contagiare negativamente anche chi le ascolta

Nel nostro cervello esistono dei tipi particolari di neuroni, denominati “neuroni specchio” , che appunto fanno da specchio alle emozioni manifestate dall’altro.

Quando una persona esprime una emozione, anche in chi ne è spettatore, si attivano le stesse sinapsi attivate in colui che la esprime.

Questo meccanismo è alla base dell’empatia: la comprensione delle emozioni altrui suscita in noi una identificazione con l’altro.

Se le emozioni sono negative, anche il cervello di chi le ascolta con le relative sinapsi si modifica, contaminando anche i pensieri altrui

4) Mente e corpo sono collegati , lo stress è dannoso anche a livello fisico

L’aumento del cortisolo, ormone dello stress, è alla base di numerose problematiche di salute tra cui:

  • abbassamento delle le difese immunitarie
  • aumento della pressione sanguigna
  • problemi cardiaci
  • obesità
  • diabete
  • colesterolo alto
  • deficit di apprendimento e memoria

Donne ansiose: voi siete le più forti, ecco perché