Molti miti attorno ad un alimento ritenuto sano e dietetico si sono messi in discussione, e quindi oggi si può affermare con cognizione che il riso del supermercato nasconde una pericolosa insidia. Indipendentemente dalla varietà e dalla marca, il riso in commercio cela alcuni pericoli.

Non si deve trascurare il fatto che si tratta di un alimento sottoposto a raffinazione. Quindi segue un lungo processo di sbiancamento con delle sostanze chimiche.

Per tale ragione viene spesso messo sotto accusa da parte dei nutrizionisti. In pratica non è un alimento così sicuro come si potrebbe pensare. In particolare, nel riso del supermercato si nasconde un pericolo per la salute.

Si fa riferimento ad un problema rilevato qualche anno fa e poi risolto, i cui strascichi sono ancora tangibili.  Qualche tempo fa si è registrato in Cina un episodio critico: alcuni produttori hanno immesso sul mercato quello che si definisce il riso di plastica. In tal caso si fa riferimento ai chicchi di riso artificiali.

Il riso del supermercato può nascondere una pericolosa insidia

In caso di un consumo costante di questo tipo di cibo alterato potrebbero sorgere dei seri problemi a livello gastrointestinale. Ma non è semplice distinguere questo tipo di riso artificiale da quello comune. Dal punto di vista estetico si tratta di chicchi identici.

Dopo questa notizia l’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) ha finito per inserito questo prodotto tra i rischi emergenti. In seguito, il Parlamento Europeo si è interessato di questo caso, per assicurare una distribuzione più sicura negli stati membri.

Ma dopo le linee guida dell’EFSA i produttori di riso in Asia hanno provveduto a monitorare la situazione. Così per evitare di esporre a rischi la salute degli uomini si sono svolti dei controlli più pressanti. In questo modo si è potuto salvaguardare il benessere dei consumatori.

Tracce di arsenico

Inoltre diverse indagini hanno rivelato un altro potenziale rischio del riso per la salute. Di fatto questo cereale è il più contaminato da arsenico, una sostanza tossica che si trova nel suolo e nell’acqua.

Per questo motivo è bene sapere come cucinarlo nel modo corretto per rimuovere tale sostanza. Si consiglia di lavare il riso prima di cucinarlo per evitare di essere esposti ad un grave rischio: assorbire tossine e sostanze nocive.

Nel caso dell’assorbimento dell’arsenico da parte dell’organismo si possono sviluppare: malattie cardiovascolari, insufficienza renale, cancro e diabete.