Diversi studi hanno rivelato che il Coronavirus ha una predilezione per il genere maschile, in quanto sono gli uomini ad essere più contagiati dal Covid-19. In base ai dati statistici si conferma la casistica di una maggiore incidenza di uomini, che si ammalano e muoiono.

Da quanto emerso da uno studio, questo riscontro potrebbe essere legato al fatto che il virus tende ad intanarsi a livello dei testicoli. Così si spiegherebbe la maggiore incidenza di casi di Covid-19 tra gli uomini.

Ma al momento gli studi scientifici non hanno una risposta univoca. Si ipotizzano diverse tesi. Ad esempio secondo la ricerca svolta negli Usa dal Montefiore Health System e dall’Albert Einstein College of Medicine, in collaborazione con l’Ospedale di Malattie Infettive Kasturba a Mumbai in India, si rintraccia il motivo di tale differenza di trasmissione. Si spiega così la maggiore incidenza di contagio negli uomini chiamando in causa la capacità del virus a rifugiarsi nei testicoli.

Perché i testicoli maschili, rispetto alle ovaie, producono una sostanza specifica: la proteina ACE2. Ossia il recettore a cui il Coronavirus si congiunge per invadere le cellule umane. Questo spiegherebbe il più basso tasso di mortalità delle donne per Covid-19.

Coronavirus: ecco perché sono gli uomini ad essere più contagiati dal Covid-19 secondo lo studio

Nel corso dello studio, i quattro ricercatori si sono spinti oltre. Così hanno constatato che sono principalmente gli uomini ad essere contagiati. Ma che fanno anche più fatica a liberarsi del virus. Delle condizioni che provocherebbero un aggravarsi del loro quadro dei sintomi.

Questo dato scientifico avvalora delle precedenti tesi similari. Come nel caso dei dati che rivelano che sarebbero gli uomini fumatori più colpiti rispetto alle donne.

Un’altra ipotesi che confermerebbe che gli uomini siano i soggetti ad essere più contagiati dal Covid-19 fa appello alla capacità del sistema immunitario femminile di difendersi in modo più efficace.

Tornando alle conclusioni del team di ricercatori americani ed indiani, si segnala la proteina ACE2 come nicchia di riparo del virus. Se questa teoria dovesse trovare una conferma scientifica, grazie alla convalida di altri studi, si potrebbe ipotizzare che il Covid-19 si trasmetta per via sessuale. Ma per una conferma si dovrà esaminare la possibilità che il virus sia secreto nel liquido seminale.

Leggi anche Coronavirus e tabacco: polmoni dei fumatori più a rischio.