Coronavirus in Italia, il virus è purtroppo arrivato anche nel nostro paese e cresce l‘allarme. Cambiano le linee guida per la quarantena. A comunicarle nelle scorse ore, il Ministro della Salute Roberto Speranza. Nella giornata di ieri si è tenuta la riunione del Comitato tecnico scientifico per esaminare i nuovi casi registrati nel Lodigiano.

Emanata, nella giornata di ieri così una nuova ordinanza. Questa prevede delle nuove misure di isolamento quarantenario obbligatorio per i contatti stretti con un caso positivo. E’ stata predisposta la sorveglianza attiva con permanenza domiciliare per chi si trova nelle aree a rischio.

Coronavirus in Italia, cambiano le linee guida per la quarantena

Scatta anche l’obbligo di segnalazione da parte dei soggetti interessati, alle autorità sanitarie locali. Queste alcune delle nuove misure di cui ha parlato Speranza. Il Premier Conte, però, nonostante le notizie circolate invita tutti a mantenere la calma. L’Italia avrebbe messo in atto una linea di precauzione tale da scacciare ogni tipo di allarmismo.

Dovete fidarvi di quelle che sono le indicazioni ufficiali del ministero della Salute. Abbiamo un comitato tecnico-scientifico che ci offre la base tecnica di valutazione.

Ovviamente un attimo dopo adottiamo tutte le iniziative e le precauzioni, anche sul piano politico, che sono necessarie per la popolazione. Non è necessario discostarsi da quelle e adottarne altre, perché siamo già al livello della massima precauzione”.

Sono queste le dichiarazioni del Premier Conte. Quest’ultimo fa sapere che nel nostro paese è stata predisposta una sorveglianza attiva. I medici saranno a disposizione di tutti i cittadini.

Predisposta la domiciliazione fiduciaria per chi si trova nelle zone ad alto rischio. Quest’ultime sono costantemente segnalate ed aggiornate dall‘Organizzazione Mondiale della Sanità.

Ultime notizie

Le ultime notizie sono piuttosto allarmanti. Sono oltre 50 i contagiati in Lombardia e Veneto, dove si sono registrati anche i primi decessi. In Veneto è morto un 77enne, mentre nel Lodigiano la seconda vittima è una donna di 76 anni.

Potrebbe anche interessarti: Vaccino Coronavirus: i primi test clinici