Cronaca

Caso Melania Rea: Parolisi potrebbe tornare libero entro la fine dell’anno

Il caso di Melania Rea continua a far discutere perché secondo alcune informazioni circolate di recente potrebbero esserci ulteriori novità

Parliamo del caso di Melania Rea che, nonostante siano passati ben 8 anni, continua a far parlare di sé. Perché secondo alcune informazioni circolate di recente, l’uomo condannato per aver ucciso la donna potrebbe uscire entro la fine dell’anno.

Sembra, infatti, che per Salvatore Parolisi potrebbero presto aprirsi le porte della libertà. Ma vediamo insieme i dettagli di questa vicenda.

Caso Melania Rea: ecco tutte le novità

Era 18 Aprile del 2011 quando il corpo di Melania Rea fu trovato nel bosco di Colle San Marco, un comune di Ascoli Piceno. Un corpo martoriato da 35 coltellate che da subito divenne un caso nazionale.

Dopo le indagini degli inquirenti, fu Salvatore Parolisi, il marito della donna, l’uomo indicato colpevole del delitto. Il classico movente passionale.

Un uomo che, rinchiuso in un matrimonio al quale non sapeva dire basta e una relazione extraconiugale, aveva deciso di risolvere così.

Parolisi fu condannato a scontare 30 anni di prigione. Il giudice si rifiutò di condannarlo all’ergastolo per mancanza di crudeltà nel delitto. In ogni caso, per Salvatore Parolisi si prospettavano 30 anni di detenzione.

Una pena che, con il passare degli anni, ha cominciato a ridursi. Nel giro di poco tempo, infatti, la pena è arrivata a 20 anni per buona condotta.

E, incredibile ma vero, adesso sembra che Parolisi potrebbe lasciare il carcere già alla fine dell’anno. Per buona condotta e anche per il suo comportamento impeccabile dentro il carcere.

Durante questi anni, quest’uomo che non ha mai smesso di professare la sua innocenza, si è completamente dedicato agli studi. Talmente tanto che adesso potrebbe anche laurearsi in Giurisprudenza.

Stando a quanto dicono le fonti, in tutti questi anni Parolisi ha inviato moltissime lettere al suo avvocato per invitarlo a continuare la sua lotta. Nonostante la condanna, infatti, Parolisi ha continuato sempre a dichiararsi innocente. Chissà se riuscirà a riassaporare la libertà davvero entro la fine dell’anno.

Tags
Loading...

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close