Blu metilene, nuovo alleato per guarire e combattere le infezioni causate dal Covid? In molti vi starete chiedendo cosa sia questo blu metilene e come questo possa essere d’aiuto per guarire dal Coronavirus. Qui di seguito, cercheremo di darmi tutte le informazioni in nostro possesso.

I ricercatori di tutto il mondo stanno cercando in tutti i modi di conoscere questo virus che ha messo in ginocchio il mondo intero.

Dopo averlo individuato, poi, hanno cercato di capire come prevenirlo, ma soprattutto come combatterlo. Particolare attenzione è stata posta alle terapie ed ai farmaci utili per guarire dal Covid.

Blu metilene, nuova arma contro il Covid

Due fratelli, nello specifico, Giulio Scigliano e Giuseppe, neurologo e dentista, pare abbiano sperimentato una terapia basata sul blu metilene. Quest’ultimo è un composto che in genere viene utilizzato per curare le infezioni dell’apparato urinario ma anche la malaria.

Ma non finisce qui, visto che il composto è anche utilizzato come antidoto per gli avvelenamenti. Lo studio effettuato da questi due medici di fatto mostra gli effetti benefici del Blu metilene sul Coronavirus.

Secondo quanto riferito da questi due fratelli, il composto in questione, potrebbe essere utile nel contrastare l’insufficienza respiratoria acuta, che spesso il Covid causa.

Giulio e Giuseppe, consigliano di applicare questo composto nel momento in cui compaiono i primi sintomi del Covid. In questo modo si va a prevenire ed evitare delle conseguenze molto gravi. Tra queste, la reazione infiammatoria respiratoria grave, che è quella che poi conduce in terapia intensiva.

Effetti collaterali?

Il Blu metilene, quindi, sarebbe un ottimo antivirale. Di conseguenza sarebbe un’ottima arma per curare il Covid ma anche tutte le infiammazioni respiratorie. Effetti collaterali? Sembra che l’unico riguardi la colorazione delle urine, che diventano appunto bluastre.

Attenzione, perchè questo composto non può essere somministrato a tutti i pazienti. Ad esempio, è sconsigliato per i pazienti che fanno uso di farmaci antidepressivi. E’ sconsigliato anche per coloro che sono affetti da Favismo.

Covid, nebbia nel cervello dei guariti: gli scienziati svelano la verità