Cronaca

Bambina di 11 anni lamenta mal di pancia: era stata violentata dal nonno

Ecco che cosa è successo in un paesino dell'Abruzzo

Un ennesimo caso di abuso sessuale su minori scuote la cronaca del nostra paese. Un uomo è infatti stato arrestato per aver abusato di sua nipote di 11 anni.

Una storia terribile, ancora una volta, a conferma del fatto che a volte le caramelle non dovremmo accettarle dai conosciuti e che spesso il mostro si nasconde in casa nostra.

Violentata bambina di 11 anni: arrestato il nonno

Siamo in Abruzzo, in un paese della Val di Sangro. Un paese tranquillo, prima che questa terribile notizia di cronaca lo portasse al centro dell’attenzione mediatica.

La vittima è una bambina di 11 anni, mentre il presunto carnefice è suo nonno. Tutto comincia quando la bambina inizia a manifestare dei forti dolori di pancia.

Inizialmente, in famiglia, nessuno si preoccupa. Si pensa ai normali mal di pancia dei bambini, magari la piccola ha semplicemente mangiato qualcosa che le ha fatto male. Eppure quei dolori continuano, per giorni e giorni.

La bambina sembra non riuscire più a stare bene e quel mal di pancia sembra non passare mai. E così, la mamma decide di portarla al Pronto Soccorso per un controllo. Ma mai si sarebbe aspettata di scoprire che la causa dei quei dolori fosse dovuta ad una cosa tanto grave.

Arrivati in ospedale, infatti, la terribile verità. La piccola viene sottoposta ai soliti controlli di rito, finché anche i dottori non iniziano ad insospettirsi. Quei forti dolori, forse, non arrivano proprio dalla pancia.

E così i controlli diventano più specifici e l’amara verità viene a galla piano piano. La piccola è stata violentata e quei dolori sono solo la terribile conseguenza.

Le forze dell’ordine sono state immediatamente avvertite. Sono bastate pochissime indagini per far ricadere i sospetti su una persona in particolare. A violentare la bambina sarebbe stato il nonno, immediatamente arrestato.

La piccola avrebbe anche confermato che ad abusare di lei sia stato il nonno, mentre l’uomo continua a negare tutto.

Tags

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close