Gli anziani a rischio a causa del Coronavirus, che cosa fare? Il virus proveniente dalla Cina è giunto in Italia da ormai svariati giorni, e urge prendere delle precauzioni per le persone maggiormente a rischio.

Il Ministero della Salute, infatti, continua a rilasciare delle importanti informazioni, al fine di proteggere la popolazione. “Chi ha più di 65 anni, l’infezione del Coronavirus risulta più aggressiva.”

Il motivo? “La senescenza del sistema immunitario e le malattie croniche espongono l’anziano a un rischio non di maggior contagio, ma di sviluppare una infezione decisamente più grave.” Questo è affermato dal presidente Raffaele Antonelli Incalzi.

Riguardo alle casistiche cinesi, infatti, riporta sempre Antonelli, la fascia maggiormente colpita sono proprio gli anziani. E’ importante, dunque, seguire alcuni consigli del Ministero della Salute per proteggere i nostri genitori e i nostri nonni.

Anziani a rischio per colpa del Coronavirus

Prima di tutto, non esponiamo gli anziani troppo al freddo. E’ bene infatti rimanere in casa, e questo vale un po’ per tutti. E’ bene proteggersi, evitare di esporsi agli sbalzi di temperatura. Inoltre, cerchiamo di seguire le linee del Ministero.

Uno dei primi consigli è proprio questo: evitare di affidarsi al fai da te. Cerchiamo sempre di scegliere dei prodotti ufficiali, e non di preparare in casa delle ricette miracolose. Seguiamo dunque le disposizioni del Ministero.

Limitiamo le attività personali. E’ un altro consiglio giunto in questi giorni, soprattutto per chi abita vicino alle zone rosse: è meglio stare in casa, e proteggere l’organismo e il sistema immunitario.

Conoscere i sintomi è altrettanto importante. Prima di allarmarci, infatti, cerchiamo di capire i primi sintomi del Coronavirus: febbre, dolori muscolari e tosse secca. L’affanno, così come il catarro, sono sintomi che sorgono solo più tardi.

A tal riguardo, l’ultimo consiglio riguarda proprio di sentire il parere del proprio medico. Chiamiamo i numeri di emergenza se abbiamo il sospetto e richiediamo subito dei tamponi per sicurezza.